Hai un’ impresa di ristrutturazioni e stai cercando un modo per trovare nuovi clienti online?

In questo articolo ti voglio parlare di una strategia di marketing per imprese di ristrutturazioni che può farti entrare in contatto con potenziali clienti realmente interessati a ciò che fai.

Vuoi saperne di più?

Continua a leggere.

Marketing per ristrutturazioni: da dove partire

Come forse già sai, internet oggi offre ad aziende e professionisti moltissimi canali promozionali.

Se non hai molta dimestichezza con questo settore, potresti essere un pò confuso e rimanere bloccato ai binari di partenza per non sapere esattamente come muoverti.

In questo, le web agency molto spesso non sono d’aiuto, perchè la maggior parte di loro ha competenze tecniche, ma non strategiche.

In altre parole, sanno come creare un sito, ma non sanno come utilizzarlo per intercettare potenziali clienti in modo efficace.

Devi sapere che i canali promozionali online si possono suddividere in due marco-categorie.

Vediamoli.

Canali a domanda consapevole

Sto parlando dei motori di ricerca, ovvero quegli strumenti che le persone utilizzano per cercare attivamente informazioni, prodotti e servizi.

Il più famoso è sicuramente Google, ma anche Amazon può essere considerato un motore di ricerca per prodotti fisici.

Il vantaggio principale di queste piattaforme, è che intercettano utenti molto interessati a valutare l’acquisto di un prodotto/servizio e quindi i ritorni sull’investimento possono essere ottenuti in tempi anche molto brevi.

Canali a domanda latente

Qui rientrano tutte le piattaforme che vengono utilizzate dalle persone principalmente per svago o come canale di informazione.

Primi tra tutti i social network, ma anche blog e canali Youtube rientrano nella categoria.

Per farti un parallelo offline, il principio di funzionamento è il medesimo di televisioni, giornali e radio.

Qui gli utenti vengono intercettati da annunci pubblicitari mentre stanno pensando e facendo tutt’altro.

Potrebbero essere interessati al nostro prodotto/servizio, ma in genere si trovano in una condizione lontana da una decisione d’acquisto.

Ecco perchè molti professionisti ed imprenditori che provano ad utilizzare piattaforme come Facebook Ads, non ottengono risultati.

Questo non significa che i social non funzionino, anzi.

Solo che vanno utilizzati con un’altra logica, cioè quella di prevedere un percorso d’acquisto più lungo e più ricco di informazioni.

Ecco perchè si vedono spesso annunci su Facebook che offrono l’iscrizione ad un webinar gratuito o il download di un e-book.

Detto questo quindi, da dove dovresti partire?

Il mio suggerimento è di valutare sicuramente i motori di ricerca come prima opzione.

Nello specifico, sto parlando di Google, il motore di ricerca più utilizzato al mondo.

Come funziona la pubblicità su Google

Cercherò di spiegartelo nel modo più semplice possibile.

Se apri Google e digiti la parola chiave “cerco commercialista” ad esempio, ti compariranno una serie di risultati.

Se osservi bene, noterai che i primi riportano la dicitura annuncio (vedi immagine).

Si tratta di annunci a pagamento: quelle aziende stanno pagando Google per comparire in prima posizione quando viene digitata una determinata parola chiave.

Al di sotto degli annunci sponsorizzati compaiono invece i risultati cosiddetti organici, ovvero quelli che che si posizionano in modo “gratuito

Se da un lato è vero che comparire tra i risultati organici può portarti traffico qualificato gratis, dall’altro non ne hai il pieno controllo e soprattutto potrebbe volerci molto tempo prima che il tuo sito si posizioni bene per le parole chiave che ti interessano.

Invece, utilizzando annunci a pagamento puoi:

  • controllare quanto traffico ricevere in base al tuo budget
  • decidere per quali parole comparire
  • spegnere la campagna in qualsiasi momento

Quindi come puoi creare una campagna Google efficace per la tua attività?

Vediamolo subito

Come acquisire nuovi clienti con Google Ads per la tua impresa

Per creare una campagna che funzioni, è necessario creare la struttura che vedi nell’immagine.

Dopo aver cliccato sull’annuncio, le persone devono atterrare su una pagina web (chiamata landing page), che ha lo scopo di far compiere una determinata azione all’utente.

Quest’azione può essere la compilazione di un modulo di contatto, una telefonata o un avvio di chat.

Vediamo ora quali passaggi seguire per creare correttamente un sistema di questo tipo.

Analisi delle parole chiave

L’analisi delle parole chiave è fondamentale, perchè permette di scegliere quale tipo di traffico intercettare.

Sbagliare questo passaggio può significare letteralmente bruciare budget pubblicitario.

Le parole chiave vanno scelte in base all’intento, il quale deve esprimere la ricerca di una soluzione ad un problema.

Nel tuo settore, alcuni esempi di parole chiave efficaci possono essere:

ristrutturazione casa”
“ristrutturare bagno

Per condurre quest’analisi io utilizzo sempre lo strumento keyword planner che Google mette a disposizione gratuitamente e che consente, tra le altre cose, di vedere il numero di ricerche medio mensile per ogni singolo termine.

Come puoi vedere, per ogni singola città esistono diverse centinaia di ricerche, quindi sicuramente c’ è un buon potenziale da sfruttare.

 

Progettazione landing page

Nella maggior parte dei casi, il tuo sito web attuale non è adatto alla promozione tramite campagne Google.

Non perchè sia brutto, ma semplicemente non è stato inizialmente concepito per questo.

Sarà necessario creare al suo interno una o più pagine web specifiche, in base all’intento di ricerca.

Tornando all’esempio di prima, bisogna prima di tutto analizzare il “dialogo mentale” di chi cerca la parola chiave commercialista.

Bisogna porsi le seguenti domande:

Chi può essere questa persona?
Quali problemi sta cercando di risolvere?
Quali sono i suoi obiettivi?
Perchè pensa che un’impresa di ristrutturazioni sia la figura adatta a risolvere il suo problema?

Ed altre ancora.

Ma soprattutto:

Perchè un cliente dovrebbe scegliere la tua impresa invece che andare da un concorrente?

Rispondendo a queste domande saremo in grado di scrivere un testo che incuriosisca il visitatore e lo spinga a fare azione.

Definizione del budget

Devi sapere che Google, come anche altre piattaforme pubblicitarie online, lavora con i dati.

In sostanza, più dati acquisisce e meglio riesce ad ottimizzare la campagna e portare quindi buoni risultati.

Pertanto, la mia esperienza è che vale la pena di partire con un budget di almeno 15/20 euro al giorno.

Quindi diciamo 600 euro/mese.

Oltre a questo, dovrai prevedere un budget da destinare al professionista che si occuperà di tutte le attività operative come:

  • scrittura testi
  • creazione landing page
  • installazione sistemi di tracciamento
  • setup e gestione campagna.

Il costo del lavoro varia in base alla complessità del progetto (n. di campagne, n. di landing page, etc.)

Conclusioni

Quella che ti ho appena illustrato è davvero il modo più veloce ed efficace per trovare nuovi clienti online per la tua impresa.

Probabilmente non è quella più economica, ma ti farà rientrare dell’investimento nel più breve tempo possibile.

Se questo articolo ti ha incuriosito e vorresti saperne di più ti invito a contattarmi per una consulenza gratuita.

Puoi farlo tramite il widget whatsapp che trovi in basso a destra in questa pagina, oppure cliccando il pulsante contattami qui sotto.

Sarò felice di poterti aiutare.

Ti aspetto!

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.